Crisi e disagio personale e relazionale

Alcune considerazioni...

Tre alberi - Centro Nisarga, Vicenza

 

 

 

 

 

 

 

 

Spesso le nostre difese generano ogni sorta d'angoscia e problema. Crescendo iniziamo progressivamente a erigere dei muri per difenderci dall'inevitabile dolore che comporta l'affrontare totalmente le sfide della vita, ma così facendo rinunciamo anche alla possibilità di comprendere il significato che si nasconde dietro la crisi.
Quando tentiamo d'eliminare il dolore dalle nostre vite, ecco che lentamente l'esistenza inizia ad apparirci insensata, vuota, distante. Il dolore è un elemento fondamentale lungo il percorso di crescita che ognuno di noi deve compiere.
È pertanto fondamentale imparare a leggere e gestire ogni crisi all'interno di un quadro evolutivo di ri-nascita che invita all'apertura e all'incontro.

<<... “ri”, la sillaba più importante della psicologia: ri-cordare, ri-tornare, ri-vedere, ri-flettere... Ma di tutte queste parole che cominciano con “ri”, la più importante potrebbe essere ri-spetto, in cui c'è l'idea del “guardare di nuovo”. (…) Ri-spettare noi stessi invece di i-spezionare noi stessi con senso di colpa. Aver riguardo per quello che è stato dimenticato o rimosso; aver ri-guardo perfino per i meccanismi della dimenticanza e della rimozione.>>

J. Hillman, Il linguaggio della vita, Rizzoli 2003